Problemi di udito? Il tuo cervello invecchierà prima.

È uno dei problemi di salute più sottovalutati. Ma la perdita di udito potrebbe non avere effetti soltanto sulla vita sociale e sulla qualità di vita, ma anche sulla funzionalità del cervello accelerando il declino cognitivo tipico della terza età.

Ad avvalorare l’ipotesi è uno studio pubblicatosulla rivista Jama Internal Medicine.

A condurla un gruppo di ricercatori del Johns Hopkins Center onAging and Health di Baltimora (Usa) che ha seguito per sei anni quasi 2.000 anziani.

Tutti all’inizio dello studio avevano normali capacità cognitive, ma nel corso del periodo di osservazione le cose sono notevolmente cambiate e i ricercatori hanno constatato una perdita generalizzata delle funzioni cognitive.

Il declino, tuttavia, non si verificava alla stessa velocità in tutti i volontari. In particolare, quelli che avevano disturbi uditivi (più della metà dei volontari) avevano una probabilità del 24 per cento più alta di perdere colpi. In concreto, secondo i ricercatori, un anziano con problemi uditivi impiega 7,7 anni per perdere il 20 per cento delle capacità cognitive; mentre per osservare lo stesso cambiamento in una persona che ci sente bene, occorre aspettare quasi 11 anni.Numeri che fanno sentenziare ai ricercatori: «inostri risultati dimostrano che la perdita di udito èassociata a un’accelerazione del declino cognitivo».

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Acufon srl via della Pace 12 58100 Grosseto Partita IVA: 01474900535 Maico -Sordità - Acufene - Fischio nell' orecchio - Ronzio - Ipoacusia - Apparecchi Acustici - Protesi Acustiche - Grosseto - Cecina - Piombino - Follonica - Orbetello - Porto Santo Stefano - Toscana - Livorno - Rosignano - Cecina - Castagneto Carducci - Lucca - Viareggio - Barga - Camaiore